Centrale Spinapesce

L’impianto si trova nell’omonima località di Spinapesce in Comune di Palazzolo Vercellese ed utilizza le acque del Canale Magrelli che venne costruito verso la fine del 1800 per volontà dell’Avvocato Magrelli e termina nella roggia Stura (Villanova M.to ) dopo aver percorso ben 35 km.
In località Spinapesce esisteva un impianto idroelettrico costruito negli anni ‘20 ed abbandonato all’inizio degli anni ‘70.

La centrale è costituita da un barraggio sul canale con singola paratoia piana e sistema di sicurezza intrinseca del bacino di carico costituito da uno sfioratore lineare a cui si aggiunge uno scaricatore con paratoie a tre luci.

La portata del Naviletto nel sito di centrale varia tra i 8 e 9 m³/s.
Il salto medio è di 3 metri e la turbina (semi-kaplan) ad asse inclinato è di tipo sifone.

La trasmissione dall’albero è costituita da un sistema a puleggia e cinghia, privo di moltiplicatore di giri che sviluppa una potenza ai morsetti del generatore di circa 250 kW.
La centrale è operativa dall’aprile del 2004.